Non è quel che sembra

by - 20:26

So che lo pensi.

Ti si sta vedendo l'altra.
Somiglia a te:
i passi, la stessa fronte aggrondata,
gli stessi tacchi alti
tutti macchiati di stelle.
Quando andrete per la strada
insieme, tutte e due,
che difficile sapere
chi sei, chi non sei tu!
Così uguali ormai, che sarà
impossibile continuare a vivere
così, essendo tanto uguali.
E siccome tu sei la fragile,
quella che appena esiste, tenerissima,
sei tu a dover morire.
Tu lascerai che ti uccida,
che continui a vivere lei,
la falsa tu, menzognera,
ma a te così somigliante
che nessuno ricorderà
tranne me, ciò che eri.
E verrà un giorno
- perché verrà, sì, verrà -
in cui guardandomi negli occhi
tu vedrai
che penso a lei e che la amo:
e vedrai che non sei tu.
~Pedro Salinas

You May Also Like

3 commenti

  1. "quella che appena esiste, tenerissima"
    Non importa la fragilità, non importa il dolore - lo senti anche se non sei fragile, dicono - non importa. Forse è persino una fortuna: tu sai che è tenerissima - che tu, che io - e che sarà più facile farla volare via. Non trattenerla.
    Nemmeno negli occhi di qualcuno.
    Lo saprai - tu, io pure -, ma ti sorprenderai lo stesso Ne soffrirai. Poi ti faranno volare via.
    Ci penserai di meno.
    Ci penseremo di meno.
    Grazie per queste tue parole. Ho trascritto una frase delle tue sul palmo della mia mano, per non dimenticarla.
    Zoé

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Zoé, mi scrivi delle parole davvero molto belle.
      Ti confesso che mi farebbe piacere sapere qual è la frase che hai trascritto sul palmo della tua mano e mi farebbe ugualmente felice parlare con te.
      Sentiti libera di scrivermi privatamente, io non posso contattarti.

      Elimina
  2. questa poesia mi ha lasciata meravigliata... e per meravigliare me ce ne vuole...

    RispondiElimina

Sharing is caring. ♥

utenti online